Le attività del sito web sono state sospese causa chiusura del progetto.

Obiettivi del Progetto

L’annualità 2007 - 2008 del fondo di perequazione Unioncamere ha previsto tra le progettualità significative la realizzazione del prototipo “Adozione di Sistemi di Gestione Ambientale per rafforzare la competitività delle imprese” quale intervento funzionale a supporto dell’imprenditorialità locale e del territorio finalizzato a facilitare l’adozione di comportamenti ambientalmente corretti e di processi produttivi capaci di valorizzare le opportunità di un’economia eco-sostenibile.

Le difficoltà che le piccole e medie imprese riscontrano nell’accedere all’informazione ambientale comportano il rischio di un mancato rispetto della normativa e l’adozione di pratiche ambientalmente non conformi, con relativi oneri e costi per l’impresa.

Il sistema camerale ha ritenuto quindi fondamentale supportare le PMI, stanti le note difficoltà strutturali legate alla loro dimensione, con interventi mirati che possano favorire l’accesso all’informazione ambientale e avviare l’impresa alla conoscenza e possibilmente anche all’adozione di un Sistema di Gestione Ambientale (SGA) ai sensi della Norma UNI EN ISO 14001 o del Regolamento Comunitario 1221/2009 (EMAS: Eco-Management and Audit Scheme).

L’iniziativa del sistema camerale ha consentito l’individuazione di una realtà produttiva - settore, filiera o distretto - per la quale avviare le attività di analisi ambientale previste dal Regolamento EMAS, l’individuazione delle criticità e delle difficoltà per le imprese nell’applicazione della normativa ambientale, l’attivazione di tavoli ambientali con il territorio per la risoluzione di specifiche tematiche, nonché lo svolgimento di una prima analisi delle potenzialità di sviluppo di azioni successive legate alle opportunità della green economy.

La Camera di Commercio di Cosenza, nell’ambito di applicazione del prototipo del progetto in oggetto, ha inteso avviare un percorso atto ad censire le agglomerazioni produttive presenti sul territorio provinciale finalizzato alla individuazione dei processi produttivi più significativi, effettuando, inoltre, un’analisi ambientale generale dell’area provinciale.

Nell’ambito di tale progetto la CCIAA di Cosenza ha previsto, inoltre, la messa a punto di strumenti per consentire alle imprese di valutare la propria conformità normativa in materia ambientale e la propria situazione rispetto all’adozione dello standard EMAS.

Il progetto ha inteso:
  • censire le principali agglomerazioni produttive presenti sul territorio provinciale ed i processi produttivi più significativi, effettuando, inoltre, un’analisi ambientale generale dell’area provinciale;
  • individuare tra le agglomerazioni produttive di cui al punto precedente quella che presenta maggiori prospettive per avviare un percorso di sostenibilità ambientale;
  • realizzare alcuni primi schemi documentali e procedurali di valutazione delle performance ambientali delle imprese, finalizzati in particolare a verificare la conformità alla normativa ambientale e ai requisiti per l’implementazione di un SGA EMAS o ISO 14001.

In sintesi il progetto ha inteso effettuare un’analisi del territorio provinciale finalizzata ad individuare un settore/distretto/filiera che presenti interessanti potenzialità per l’applicazione dei modelli di sviluppo della green economy, per il quale intraprendere, in un’eventuale seconda fase progettuale, le seguenti attività:

  • valutare lo stato di maturità delle imprese in riferimento alla possibilità di intraprendere un percorso di registrazione EMAS o di certificazione ISO 14001;
  • individuare le possibili azioni in campo ambientale che risultano più opportune per il settore individuato (es. adozione di SGA per le singole imprese, attestato EMAS di distretto o APO, realizzazione di marchi di eco-compatibilità, istituzione di protocolli d’intesa e/o tavoli ambientali “pubblico/privato”, realizzazione di percorsi di sostenibilità ambientale, definizione di “filiere corte”, ecc.);
  • coinvolgere attivamente i soggetti che operano nel territorio (associazioni di categoria, amministrazioni locali, istituti di ricerca) nella realizzazione di attività di interesse ambientale per le imprese
  • valorizzare ove possibile l’esperienza progettuale con l’attivazione di partnership con le realtà dei sistemi camerali dei Paesi UE e reti europee specializzate per l’accesso a opportunità finanziarie dedicate al tema ambiente.
Attendere prego